Antonio Zuliani, di 27 anni, di Piscopio, autore dell’omicidio di Francesco Fiorillo, commesso il 15 dicembre del 2015 a Vibo, nella frazione di Longobardi, è stato condannato a 14 anni di carcere dal gup di di Vibo Valentia Pia Sordetti. All’autore dell’omicidio gli inquirenti vibonesi erano giunti, in seguito al ritrovamento del dna trovato su dei guanti in lattice trovati a poca distanza dal luogo del delitto, commesso a colpi di pistola da due persone mentre una terza attendeva in auto il ritorno dei complici, e ad accertamenti tecnici come quelli sulle celle telefoniche. Fiorillo, che era gia’ noto alle forze dell’ordine per fatti legati alla droga e non aveva legami con la criminalita’ organizzata, secondo l’ipotesi degli investigatori, sarebbe stato ucciso per vendetta per le sue tendenze pedofile. Per l’omicidio, nel febbraio scorso, sono state arrestate altre due persone, Arcangelo D’Angelo, di 29 anni, e Saverio Ramondino, di 27.

 

WordPress Video Lightbox Plugin