Un fabbricato di due piani destinato all’estrazione e alla lavorazione del miele, è andato in fiamme ieri pomeriggio. Sul posto, sono prontamente intervenuti i vigili del fuoco della caserma di Siderno, i quali sono stati impegnati per alcune ore prima di domare l’incendio, le cui cause sono ancora in corso di accertamento,  propagatesi all’interno dello stabilimento che si sono sviluppate all’interno dell’edificio distruggendo centinaia di arnie depositate ed ingenti quantità di cera per apicoltura. Proprio a causa della natura del materiale presente all’interno dell’immobile che ha portato la temperatura ad oltre 1000 gradi c. , l’area è divenuta impraticabile, creando parecchie difficoltà alle operazioni di spegnimento. La squadra coordinata dal CR Fabio Maragucci, ha messo in sicurezza ben 4 bombole di Gpl depositate all’interno dei locali ed evitato ben più gravi conseguenze. Ci sono volute ben 5 ore di intenso lavoro, per avere ragione delle fiamme, peraltro affrontate con un solo modulo antincendio boschivo e quindi con una ridotta capacità di acqua, a causa dell’impervietà del luogo, nelle campagne di contrada Camocelli Superiore di Marina di Gioiosa Ionica.

Post correlati

WordPress Video Lightbox Plugin