Riceviamo e pubblichiamo

“La forte  preoccupazione, ulteriormente rilanciata dalle associazioni del Comitato per la Difesa della Salute e dell’Ospedale di Castrovillari, è sempre stata anche quella dell’Amministrazione comunale del capoluogo del Pollino come testimoniata più volte ed ai vari livelli negli organi di gestione della sanità calabrese.”

Lo afferma in una dichiarazione resa alla stampa il Sindaco, Domenico Lo Polito, il quale chiede alle Amministrazioni locali del Comprensorio “di continuare quell’azione che li ha portati, anche attraverso l’autoconvocazione presso l’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza , a tutelare il diritto alla salute ed all’assistenza dei cittadini e, in particolare, adaffermare maggiormente l’importanza dei servizi erogati dalle varie unità ed a riprendere e scongiurare ciò che si stava per perdere con la distrazione del personale per una superficiale amministrazione organizzativa .”

“Laboratorio di Analisi, Ortopedia- ricorda il primo cittadino-sono state le recenti attenzioni, per non parlare di quelle per Chirurgia, Pediatria, le sale operatorie ed altro che ci hanno visto, dal punto di vista istituzionale, interloquire anche con la Regione oltre che con i Commissari per le problematiche del nosocomio di Castrovillari quanto per i presidi dell’Areaverso i quali è sempre più urgente una continua vigilanza e coinvolgimento dei Comuni e dei Sindaci, insieme.”

“E’ questa la strada- afferma Lo Polito- che intendiamo seguitare a percorrere con tutti, resa necessaria per smuovere organismi,politica ed istituzioni sull’improrogabile esigenza di correggere criticità le quali non possono che essere ricentrate da Chi e quanti hanno le leve per  migliorare l’efficienza del sistema, ormai in “tilt” tra strutture, diffusione dei servizi egenericitànel rendere il personale,là dove serve ed è previsto per programmazione ed indirizzo aziendale. Ricordo, per altro, che sul problema Sanità il Governo Centrale ha anche riunito un Consiglio dei Ministri a Reggio Calabria; da allora nulla è cambiato!Così, anche la sanità nel Territorio del Pollino è ormai arrivata a limiti di guardia come le situazioni rappresentano in continuazione tra comunitàche non possono più attendere e in attesa di un sistema che eroghi finalmenteil dovuto con responsabilità e continuità.Da qui il nostro impegno– conclude Lo Polito- a continuare insieme agli altri Comuni per una responsabilità condivisa a servizio della persona e del grande, acuto bisogno di salute.”

WordPress Video Lightbox Plugin