Taurianova (RC): Commerciante esasperato denuncia usurai. Arrestati padre e figlio

I militari della Compagnia Carabinieri di Taurianova hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emesse dal G.I.P. presso il Tribunali di Palmi su richiesta della locale Procura, nei confronti di 2 soggetti ritenuti responsabili, in concorso tra loro, dei reati di usura aggravata, estorsione e lesioni aggravate. Si tratta di Carmelo Condrò classe 1959 di Taurianiva ed il figlio Pietro classe 1981 entrambi con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, la persona e la pubblica fede. Il provvedimento cautelare conclude una attività investigativa svolta dalla Stazione Carabinieri e dal Nucleo Operativo e Radiomobile di Taurianova, avviata a seguito della segnalazione di un commerciante locale che ha riferito di essere da tempo sotto usura e estorsione da parte dei due Condrò i quali, a fronte di un prestito di poche migliaia di euro avevano richiesto la restituzione di ingenti somme. In particolare fin dal 2006, il commerciante, in una difficile situazione economica, si era rivolto ai due per ottenere più prestiti di denaro, complessivamente ricostruiti in 14.000 euro. A fronte di tali elargizioni i due usurai hanno preteso tassi di interesse del 20% mensile, che aumentava in caso di dilazione del pagamento, arrivando anche ad oltre il 400%su base annua. Con la denuncia del commerciante, i Carabinieri sono riusciti a documentare le condotte delittuose dei due usurai raccogliendo elementi utili all’emissione del provvedimento cautelare, considerata anche la pericolosità dei soggetti e la probabile reiterazione del reato. I due indagati sono stati tradotti alla Casa Circondariale di Reggio Calabria.

WordPress Video Lightbox Plugin