La vittima, si chiamava Giuseppe Vitale e lavorava come impiegato al Tribunale di Castrovillari.

Nel giorno di Natale al culmine di una lite per futili motivi, Giuseppe Vitale, da tutti conosciuto come “Tonino”  è stato ucciso dal figlio Cesare. Giuseppe che lavorava come impiegato nel Tribunale di Paola, sarebbe stato raggiunto da due colpi di fucile esplosi per mano del figlio Cesare, arma legalmente detenuta. Il parricida, attualmente, è in stato di fermo nella sede del Commissariato di Rossano. Le indagini sono  coordinate dalla Procura della Repubblica di Castrovillari e condotte dalla Polizia di Rossano con la collaborazione dei carabinieri. Gli inquirenti stanno cercando di capire se tra padre e figlio  ci fossero dei dissidi covati da tempo

Post correlati

WordPress Video Lightbox Plugin