È stata presentata questa mattina nella sede del Parco nazionale della Sila l‘edizione 2018 del “Giardino delle Esperidi”, tradizionale appuntamento che, da quest’anno, non si svolge soltanto nel comune di Zagarise, ma che si estende anche ad altri centri della Sila catanzarese, ovvero Sersale e Taverna.
Alla presentazione hanno preso parte, tra gli altri, il sindaco del comune di Zagarise, Domenico Gallelli, insieme ai due colleghi dei comuni di Sersale e Taverna, Salvatore Torchia e Sebastiano Tarantino, il Commissario del Parco Nazionale della Sila, Sonia Ferrari, il Direttore dell’Ente Parco silano, Giuseppe Luzzi, il direttore artistico del “Giardino delle Esperidi”, Maria Faragò, e l’assessore regionale alle attività culturali, Maria Francesca Corigliano.

 
Dal 27 al 30 settembre, quindi, sarà un lungo fine settimana all’insegna della cultura, del teatro, della musica, della tradizione e della gastronomia. “Seminare e bene” è il focus dell’edizione 2018 che riserverà grande attenzione anche al tema dell’accoglienza. “L’idea principe di quest’anno – ha detto il Sindaco di Zagarise, Domenico Gallelli – è quella di dare vita ad una partnership allargata ad altri comuni del territorio. E’ un festival che è nato quattro anni fa ed in questo lasso di tempo abbiamo cercato di arricchirlo valorizzando quelle che sono le risorse autentiche dell’entroterra e dei borghi antichi”.
Partner dell’iniziativa il Parco Nazionale della Sila: “E’ una manifestazione che mira a valorizzare tutto ciò che è identità locale e risorse locali – ha dichiarato il Commissario dell’Ente Parco silano, Sonia Ferrari – partendo da arte, natura e cultura. E’ un evento ricco che valorizza i nostri borghi ed una zona unica nel panorama del nostro Parco, ovvero quello della Sila catanzarese”.

 
La manifestazione è stata inoltre finanziata attraverso un bando promosso dalla Regione Calabria. Circostanza questa sottolineata dall’assessore regionale alle attività produttive Maria Francesca Corigliano: “E’ un progetto – ha affermato la Corigliano – che ha vinto un bando della Regione Calabria, volto a valorizzare l’identità, far vivere i siti di interesse culturale a partire dai borghi e di caratterizzare gli stessi borghi, attraverso gli eventi, come forti attrattori turistici. Il progetto è risultato vincitore proprio perché ha interpretato benissimo tutte queste linee guida”.

WordPress Video Lightbox Plugin