Angelo Filippini, questo il nome del latitante estradato ieri dal Marocco, viene ritenuto uomo di fiducia della cosca Spinella-Ottina, molto attiva tra Lombardia e Calabria.

La sua cattura, eseguita dai carabinieri del reparto operativo di Como, risale al mese di aprile; nella tarda serata di ieri, scortato dal personale dello Scip (Servizio per la cooperazione internazionale di polizia del Dipartimento della Pubblica sicurezza), Filippini è arrivato in Italia.

Una latitanza durata ben 22 anni, quella del 74enne Angelo Filippini, che si conclude con l’ estradizione dal Marocco in Italia; Filippini è ritenuto coinvolto nell’operazione “Smirne”.
Dovrà scontare oltre 11 anni di reclusione per traffico internazionale di droga.

Era stato arrestato, nell’aprile scorso, dopo essere stato rintracciato a Temara, una cittadina della costa marocchina a pochi chilometri dalla capitale Rabat, dai Carabinieri del Reparto Operativo – Nucleo Investigativo di Como dopo una lunga attività d’indagine.

Post correlati

WordPress Video Lightbox Plugin