/widgets.js";var sz=d.getElementsByTagName(s)[0];sz.parentNode.insertBefore(z,sz)}(document,"script","zb-embed-code"));

Riceviamo e Pubblichiamo

La scrivente RSU in merito alla lettera aperta  pubblicata su questa testata giornalistica a firma de “le tute gialle”, intende  dissociarsi da quanto divulgato nello stesso documento, in quanto chi l’ha redatto e ne siamo convinti, che non ha mai indossato la tuta gialla e cosa ancora più grave ha strumentalizzo le stesse per creare confusione a proprio vantaggio. 
Vogliamo evidenziare con forza che le tute gialle non hanno nessuna intenzione di denunciare il sindacato perché si ritengono parte integrante dello stesso anche in virtù del fatto che ogni volta che le segreterie provinciali sono  state chiamate in causa hanno sempre lottato al nostro fianco per difendere i diritti dei lavoratori. Quindi abbiamo letto con rammarico e stupore la lettera aperta inviata dalle  PSEUDO tute gialle di Cosenza alle varie testate locali dove  lamentano di essere stati abbandonati dalle organizzazioni sindacali.
Ci spiace che alcune persone siano arrivate a scrivere una lettera di questi toni. Sono anni che il sindacato congiuntamente a noi RSU è al fianco dei lavoratori dell’Igiene Ambientale di Cosenza tanto da aver seguito tutte le vertenze e i passaggi aziendali che si sono avvicendanti nel corso degli anni.
Come RSU abbiamo fatto e stiamo facendo di tutto per cercare di risolvere la spinosa situazione che si è venuta a creare tra i lavoratori ed Ecologia Oggi.
Tuttavia, denunciamo con forza, come già fatto, un atteggiamento di ostruzionismo e di chiusura totale da parte dei vertici aziendali che continuano a perseguire atti in modo unilaterale in totale violazione delle disposizioni di concertazione previste nel CCNL.
A chi ci accusa di esserci dileguati rispondiamo che sono mesi che sollecitiamo un incontro tra Comune e azienda alla presenza di Confindustria e della Commissione consiliare di Controllo e Garanzia.
Ma nessuno ha inteso darci risposta né l’amministrazione comunale né tanto meno Ecologia Oggi.
Siamo pronti a un confronto pubblico con lavoratori, società e Comune di Cosenza al fine di chiarire responsabilità e soprattutto per tutelare gli interessi dei lavoratori che quotidianamente da ormai troppo tempo sono stati calpestati da una gestione disattenta e sorda al dialogo e alla conciliazione.
Come RSU non ci rammarichiamo di nulla perché siamo consapevoli di aver sempre agito in modo trasparente, lineare e nel solo interesse di tutelare i lavoratori e i loro diritti.
Rinnoviamo l’invito a tutte le parti in causa a un pubblico confronto.  Basta con il gioco a nascondersi per chi potrebbe avere delle responsabilità sull’attuale stato di crisi, per chi ha messo un’ipoteca sul futuro lavorativo delle tute gialle deve avere il coraggio di farsi avanti.  Noi ci siamo e ci saremo sempre perseguendo il nostro unico interesse: il lavoro, giusto, dignitoso e per tutti. 
Quindi viva i lavoratori, viva le RSU,  viva i sindacati ma soprattutto VIVA LE TUTE GIALLE, e via gli sciacalli che utilizzano i lavoratori per i propri scopi senza avere il coraggio di metterci la faccia.

Post correlati

WordPress Video Lightbox Plugin