Pubblico in delirio per quello che senza dubbio può essere definito l’evento musicale del 2019 a Cosenza e non solo. Presso il Teatro di tradizione Rendano per la rassegna Rendano EXTRA, si è svolta, sabato 13 aprile,  in prima nazionale lo spettacolo Sabatum Quartet Opera Symphony, popular meet classic.  120 musicisti, tra orchestrali, coristi (Piccolo coro del teatro Rendano direttor da Maria Carmela Ranieri), ed i Sabatum Quartet (formazione tra le più accreditate e riconoscibili del panorama musicale identitario calabrese) hanno dato vita ad un importante  ed unico momento di dialogo ed incontro musicale attraverso una orchestrazione e rielaborazione musicale del repertorio Sabatum.  “L’idea  è di far dialogare due mondi musicali , il colto ed il popolare, che nonhanno mai dato prova di dialogo – ha detto Francesco Perri, direttore d’orchestra e strumentatore dei brani –   non si vuole creare contaminazioni, né situazioni di ibridazione msuicale. Ognuno rimane con la sua identità storica. E’ importante invece tentare, nel rispetto delle proprie identità musicali, un approccio che possa garantire l’unione musicale” “E’ bello– ha ribadito Tristino Marrello leader del gruppo Sabatum – che il dialetto calabrese e la musica calabrese abbiano finalmente  avere una maggiore diffusione ed una propria calcando anche i palcoscenici più tradizionali”.  19 i brani rieseguiti in maniera sinfonica e corale che hanno emozionato un pubblico eterogeneo e profondamente colpito dalla enorme ricchezza musicale Sabatum Quartet. Da sottolineare il bellissimo brano Notte di Gennaro Bruno scelto dal M° Perri per evidenziare le enormi potenzialità musicali del territorio cosentino. Da sottolineare inoltre la presenza di Giovanni Turco e del suo intercalare tra Butitta, Ciardullo, Stravinsky.  Insomma una serata che, in più di due ore, ha dato l’opportunità, per la prima volta in Italia, di ripensare e di riflettere sul senso della tradizione, del colto, e di come tutto può tranquillamente essere considerato  “Ora – interviene Roberto Bozzo, leader dei Sabatum Quartet – si lavora al DVD della serata ed alla produzione discografica che segnerà ancora di più questo importante momento. Tante sono le riflessioni da fare insieme ai tanti partners che hanno creduto in questo progetto”. Con Artneò ci sono il complesso bandistico Felice Berardi, la casa discografica Cristiani Music oltre alla Regione Calabria, il Comune di Cosenza, il Comune di Belsito. 

 

 

WordPress Video Lightbox Plugin