Gup minorenni contesta reati di lesioni personali e minacce

Un ragazzo di 17 anni é stato rinviato a giudizio dal Gup del Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria per un episodio di bullismo di cui si sarebbe reso responsabile nel 2016 ai danni di un bambino, che all’epoca aveva 9 anni, nell’istituto comprensivo frequentato dai due, in un centro della provincia reggina.
Al giovane rinviato a giudizio vengono contestati i reati di lesioni personali e minacce. A denunciare i fatti che hanno portato al rinvio a giudizio del 17enne é stata la madre della vittima, che si é avvalsa dell’assistenza dello Studio 3A, che si occupa di patrocinio stragiudiziale.
Il bambino, che all’epoca frequentava la terza elementare, fu bullizzato a lungo e, in un’occasione, fu anche vittima di un pestaggio a causa del quale subì lesioni giudicate guaribili in venti giorni.
Le indagini hanno portato anche all’apertura di un’inchiesta da parte della Procura della Repubblica ordinaria reggina in cui é tuttora indagato un maggiorenne di cui non si conosce l’identità.

WordPress Video Lightbox Plugin