Termina con due vittorie la dieci giorni di combattimenti Cobra Team Cosenza che sta raggiungendo notevoli traguardi a livello nazionale. 

Da Messina a Roma, il risultato è il medesimo: mano al cielo per Giuseppe Osnato domenica scorsa e per Romina Cozzolino 8 giorni fa, rispettivamente nelle discipline di boxe e kick boxing, ormai atleti e campioni consolidati.

Per il giovane cosentino, tesserato con l’Amaranto boxe dei maestri Fedele e Pace e allenato dal maestro Domenico Massarini di Cosenza, si è trattato del primo incontro da Elite nel panorama pugilistico nazionale.

 

Per il 19enne 64 kg, ex nazionale e già campione italiano con il titolatissimo team reggino, un palmares di tutto rispetto, che lo ha visto primeggiare in ben 27 incontri, 2 pari e solo 5 sconfitte.

Ostico il suo avversario della Thunder campana, nella meravigliosa cornice di Barcellona Pozzo di Gotto, che è capitolato sotto i colpi del velocissimo furetto.

Tifo da stadio alla competizione Urban Boxe organizzata magistralmente dal maestro Alfredo Natoli della Flash di Messina e complimenti a gogo per l’entourage reggino-bruzio che segue il pugile, persino da parte del Campione del Mondo dei pesi mediomassimi Wbc Giacobbe Fragomeni, ospite della riunione Fpi.

Sintomo questo che la collaborazione rende forti. Vedere insieme tre team: Amaranto Boxe Reggio, Flash Natoli Messina e Cobra Team Cosenza ci fa sperare in uno sport sempre più sincero e intriso di valori reali quali il rispetto e l’educazione. Sorridono anche gli altri pugili messinesi e reggini: Chillè, Gabriele e Davide Settineri, Andronico e Recupero.

Nel Lazio invece, ennesima affermazione della poliedrica stella del club cosentino Romina Cozzolino, testimonial Sap fighting style che, oltre alla kick jitsu, continua a dare spettacolo anche nel contatto pieno. Sceglie di accettare la sfida in una disciplina non sua: il full contact, categoria -70 kg e riesce a sbaragliare la concorrenza della giovane di casa al primo round aggiudicandosi per ko tecnico l’ambito trofeo Cavaliere Nero, organizzato dalla Lega Pro Italia Fikbms dei fratelli Liberati. A seguire la giovane nel viaggio anche il compagno di squadra Roberto Cannataro che al suo secondo match di low kick 90 kg impatta contro l’atleta di casa che si aggiudica la categoria.

Una dieci giorni di successi dunque, per la Cobra Team Cosenza del maestro Massarini sia nella Fpi, sia nella Fikbms. E ora? Si torna a lavoro in vista dei prossimi, imminenti impegni.

Post correlati

WordPress Video Lightbox Plugin